Truffe nelle vendite dei depuratori d’acqua

Premessa

Il mercato degli apparecchi per il trattamento o depurazione delle acque si sta espandendo notevolmente soprattutto in questi ultimi anni. Infatti, si parla molto di acqua, di inquinamento da plastica, di polluzione in genere.

E’ meglio bere acqua minerale o acqua di rubinetto? Molti si pongono questo interrogativo. Purtroppo, però, la pandemia di informazioni e disinformazioni che circolano sui rotocalchi e sui social spesso confondono e creano inutili allarmismi.

E di questa confusione approfittano aziende prive di scrupoli o venditori improvvisati.

Parlare di acqua è cosa seria e, per cercare le giuste informazioni, bisogna rivolgersi a specialisti corretti e qualificati se vogliamo evitare truffe.

Le truffe

Nel corso degli anni sono spuntate come funghi aziende che potremmo definire mordi e fuggi.  Infatti, molte di queste ditte hanno venduto a caro prezzo i depuratori ad osmosi inversa per poi scomparire dal mercato. I malcapitati clienti non sapevano a chi rivolgersi per le manutenzioni periodiche.

Venditori di questa risma ricorrono spesso a stratagemmi truffaldini che mirano a incutere paura e insicurezza nell’interlocutore, mettendo in dubbio la qualità dell’acqua di rubinetto. 

  • Elettrolisi  Uno degli stratagemmi ingannevoli più utilizzati, sopratutto in passato, è il test dell’elettrolisi: si mette in un bicchiere d’acqua di rubinetto un piccolo precipitatore elettrico che reagisce con i minerali contenuti nell’acqua e la fa apparire sporca. Naturalmente l’osmosi elimina i minerali dall’acqua che, nel caso specifico, risulterà trasparente.  Lo stesso risultato si ottiene facendo reagire l’acqua con elementi chimici che ne alterano l’aspetto.      Assolutamente ingannevole! L’acqua proveniente dall’acquedotto è monitorata costantemente ed è garantita dalle autorità sanitarie locali, quindi è potabile e sicura per la salute. Tuttavia, possiamo desiderare di bere un’acqua più affine al nostro gusto, voler eliminare il calcio se l’acqua è troppo dura. Allora i sistemi di trattamento dell’acqua fanno al caso nostro.
  • Regalo l’osmosi inversa  Altro stratagemma di vendita truffaldina è quella adottata in numerose pubblicità e, soprattutto, dai call center, che promettono di regalare un depuratore. L’intento è quello di riuscire a prendere un appuntamento e entrare nelle case degli acquirenti. A questo punto venditori esperti, ma assolutamente privi di qualsiasi rudimento in tema di trattamento dell’acqua, riescono a vendere a caro prezzo prodotti che spesso non sono adatti alle esigenze reali dell’acquirente. In genere la formula adottata è “ti regalo l’apparecchio,ma mi paghi anticipatamente le manutenzioni per dieci anni“. E’ il caso di molte ditte, che dopo aver venduto con questa formula, sono scomparse dal mercato, lasciando gli acquirenti privi di qualsiasi riferimento.

Le denunce

Molte di queste società, tra cui Pure Water e Shopping Mall, sono state sanzionate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM)  per pratiche commerciali scorrette. A questo proposito, si invitano gli acquirenti a denunciare qualsiasi raggiro all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato  (AGCM) che tutela il consumatore su questo fronte.

Una soluzione conforme alla domanda

Alla luce di quanto sopra esposto, per avere le giuste informazioni in materia di trattamento dell’acqua è bene rivolgersi a specialisti della materia.  I tecnici della Sorgiva s.r.l., società altamente specializzata in sistemi di trattamento delle acque e forniscono soluzioni elaborate sulla base dell’analisi congiunta dei bisogni di ciascuno.

Per qualsiasi informazione o anche solo per chiarire dubbi telefonate allo 06 55301052 o scrivete a contatti@sorgiva.info.