Clorazione acqua

Clorazione acqua

La clorazione dell’acqua

  • è un modo efficace per abbattere la carica batterica e mantenere gli impianti e le tubature sterili. Pertanto, le A.s.l. consigliano di adottare questo metodo per la potabilizzazione delle acque dei pozzi artesiani. In sintesi, si tratta di addizionare cloro all’acqua, con un dosaggio proporzionale, al fine di eliminare totalmente la carica batterica, quasi sempre presente nelle acque di pozzo;
  • costituisce la prima fase nella realizzazione di impianti di potabilizzazione di acqua di pozzo ed è senza dubbio necessaria per l’abbattimento della carica batterica. Se si beve acqua contaminata da microbi è certamente dannosa per la salute, ma spesso si sottovalutano i danni che l’acqua contaminata provoca se entra a contatto con ferite e parti sensibili del nostro organismo. Si rischia, in questi casi, di contrarre infezioni e sviluppare infiammazioni.

Meccanismo

La clorazione dell’acqua avviene mediante pompe dosatrici di cloro, collegate ad un contatore lanciaimpulsi (del tutto simile ad un contatore dell’acqua, ma collegato alla pompa con un cavetto): quando avviene il passaggio dell’acqua attraverso il tubo, il contatore invia il segnale alla pompa che dosa il cloro e lo immette nella tubatura.

Impianto di clorazione

Tuttavia, il cloro per essere efficace deve avere un tempo di contatto con l’acqua. Di conseguenza è necessario disporre di un serbatoio di accumulo di almeno 300 lt. (la dimensione comunque dipende dai consumi) e di una pompa. Quest’ultima rilancerà l’acqua all’impianto di casa una volta clorata e accumulata nel serbatoio.

Vantaggi

Le pompe di clorazione, a differenza dei debatterizzatori a raggi UV, garantiscono una costante disinfezione, oltre che dell’acqua, anche delle tubazioni, rubinetti, filtri, in pratica di tutto l’impianto. Naturalmente è necessario calcolare i giusti dosaggi e sarà compito dei nostri tecnici programmarli. Tuttavia, il cliente avrà in dotazione un test per effettuare controlli periodici e, nel caso i risultati non siano corretti, dovrà contattare i nostri uffici. Un nostro tecnico gli fornirà le indicazioni e l’assistenza necessaria su come intervenire per riportare i valori ai livelli ottimali. La concentrazione ideale deve essere compresa tra 0.1 e 0.2 mg/litro al rubinetto di prelievo.

I nostri tecnici sono a vostra disposizione per valutare tipo e dimensionamento dell’impianto di cui avete bisogno. Telefonateci allo 06 5530 1052 per fissare un appuntamento o inviate una mail a  contatti@sorgiva.info